ARCHINGEGNO LAVORI IN CORDA SCIA - DIA - ARCHINGEGNOSE Lavori in corda - Edilizia acrobatica

numeroverde
twitter
facebook
Vai ai contenuti

Menu principale:

SERVIZI EDILI

Per gli stessi interventi edilizi che possono essere realizzati mediante Permesso di Costruire, e salvo che gli stessi necessitino di deroga esplicita, il committente delle opere edilizie può, in alternativa, presentare la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) corredata, oltre a quanto previsto per l’istanza di Permesso di Costruire, anche della documentazione prescritta dall’art. 90, comma 10, del D.Lgs n. 81/2008 e s.m.i. e precisamente:

  • Copia della notifica preliminare di cui all’art. 99 D.Lgs 81/2008 come modificato dal D.Lgs 106/2009.


  • Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) in corso di validità delle Imprese e dei Lavoratori Autonomi che indichi la specifica finalità (esempio: lavori privati in edilizia).


  • dichiarazione da parte del committente attestante l’avvenuta verifica dell’idoneità tecnico-professionale delle imprese affidatarie, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi in relazione alle funzioni o ai lavori da affidare, nonchè verifica sulle dichiarazioni dell’organico medio annuo di cui alle lettere a) e b) del comma 9 dell’art. 90 del D.Lgs 81/2008 come modificato dal D.Lgs 106/2009.


Le opere possono essere intraprese contestualmente alla protocollazione della S.C.I.A.; al termine dei lavori, che dovrà avvenire entro tre anni dalla data di protocollazione, dovrà essere presentata comunicazione Fine lavori e Certificato di collaudo delle opere eseguite, correlata dalla ricevuta dell’avvenuta variazione catastale, se ne ricorre il caso.


Torna ai contenuti | Torna al menu